RICETTA

 

2 kg cosciotto di agnello
2 bicchieri vino bianco
2 cucchiai olio di oliva
1 bicchiere e mezzo di brodo
1 cipolla
2 limoni a pezzetti
sale e pepe

per la fricassea di carciofi 6 carciofi
2 cucchiai olio
3 tuorli
1 spicchio di aglio
prezzemolo
succo di un limone
sale e pepe

Pinot Nero
Agnello in fricassea con carciofi

In un tegame a bordi alti fate soffriggere la cipolla finemente tritata nell'olio. Quando si Ŕ bene appassita, alzate la fiamma, disponetevi l'agnello tagliato a pezzi non molto grossi e conditelo col sale e col pepe. Mescolate bene e quando l'agnello Ŕ ben dorato da tutti i lati, bagnatelo con 1 bicchiere di vino e versateci i limoni tagliati a pezzetti regolari scartando i semi. Continuate a mescolare aggiungendo poco alla volta il vino rimasto aspettando che il precedente si sia ben asciugato per essere sicuri che la carne rimanga ben soda. Abbassate ora la fiamma, versate il brodo e, mescolando di tanto in tanto, continuate la cottura finchŔ l'agnello sarÓ cotto.
Prendete ora un tegame, possibilmente di coccio, adagiate i carciofi, mondati dalle foglie dure e tagliati in quarti, con una manciata di prezzemolo tritato, lo spicchio di aglio e l'olio. Fate rosolare a fiamma bassa, salate e pepate. Quando sono quasi cotti, dopo circa mezzora, aggiungete i tuorli battuti col succo di limone diluito in un cucchiaio di acqua. Mescolate con cura fuori dal fuoco fino a quando le uova si saranno leggermente rapprese e versate questa squisita fricassea sull'agnello che avrete tenuto in caldo dando una ultima mescolata.